.
Annunci online

 
perlavita 
Comitato MILITANTI PER LA VITA - CAGLIARI
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Simone Spiga
Destra Sociale
Fronte Identitario Sardegna
Bruno Murgia
Ignazio Artizzu
Matteo Sanna
Fare Verde Cagliari
Enzo Cumpostu
Daniele Maoddi
Area -la rivista
Area - Ass.Cult
  cerca

























Coordinamento promosso dai 
 
di Cagliari

Referente
Simone Spiga


Sostieni il Comitato
militantiperlavita@yahoo.it

 

 

 

Referendum per luccisione di embrioni umani












 


 

Diario | Documento Pubblicato da Azione Giovani | testo della Legge 40 | Referendum sulla Fecondazione Medicalmente Assistita |
 
Diario
1visite.

2 marzo 2009

L'appello del Papa ai politici: Tutelare i lavoratori del Sulcis

Benedetto XVI ha rivolto un appello a difesa di tutti i lavoratori italiani e in particolare nei confronti di quelli del Sulcis-Iglesiente. "Penso - ha detto - a situazioni come quelle che stanno affliggendo i territori del Sulcis -Iglesiente, in Sardegna". E ancora "Mi associo ai vescovi e alle rispettive chiese locali - ha proseguito - nell'esprimere vicinanza alle famiglie interessate dal problema. Desidero esprimere il mio incoraggiamento - ha continuato - alle autorità sia politiche che civili, come anche agli imprenditori, affinchè con il concorso di tutti si possa far fronte a questo delicato momento. C'è bisogno infatti di comune e forte impegno, ricordando che la priorità va data ai lavoratori e alle loro famiglie".      


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa angelus operai sardegna sulcis

permalink | inviato da perlavita il 2/3/2009 alle 0:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 febbraio 2009

Alemanno: gravi gli insulti al Papa

«Gravi e vergognosi sono gli insulti che dal corteo di oggi sono stati lanciati contro il Santo Padre. Ci auguriamo che gli organizzatori prendano le distanze da queste affermazioni estremistiche e volgari che si rivelerebbero un vero e proprio boomerang per chi dice di voler propugnare una maggiore integrazione degli immigrati. Insultare la nostra religione e il suo massimo rappresentante è la strada migliore per provocare reazioni intolleranti al fenomeno del flusso dell'immigrazione clandestina». È quanto dichiara in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno corteo papa roma

permalink | inviato da perlavita il 1/2/2009 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 gennaio 2009

Alemanno tra Papa, Roma e famiglia

Campidoglio, fascia tricolore e un posto in paradiso. Da Trinità dei Monti alla Trinità e basta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno stringe nuovi patti con il suo corrispettivo Vaticano. E con il Suo Superiore. Già, perché in questi giorni la sua potrebbe essere definita la Sacra Romana Amministrazione. Prima l’annuncio che il 9 marzo Papa Benedetto XVI interverrà ad una seduta straordinaria del consiglio comunale ad undici anni dalla visita di Giovanni Paolo II; poi, la nascita di un nuovo gruppo civico. Nessun apparente legame tra i due fatti, se non fosse che il gruppo consiliare (in cui confluiscono un esponente dell’Idv e uno del Pdl) si chiama «Amore per Roma» e si rifà a tre valori cardine: «Dio, Patria e Famiglia». Insomma, sul Campidoglio sventolano valori cattolici. Perché Roma è città eterna e bisogna guadagnarsi l’Aldilà.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alemanno Papa famiglia

permalink | inviato da perlavita il 21/1/2009 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 ottobre 2008

FAMIGLIA, ALEMANNO: “LUOGO CENTRALE PER IDENTITÀ CULTURALE”

 “È significativo che il Santo Padre, in questo momento di grande difficoltà economica internazionale, richiami l’Italia a tutelare la famiglia e le proprie radici.  L’identità della nostra comunità nazionale e i suoi valori fondanti sono le basi per trovare la forza per superare qualsiasi ostacolo e ridare speranza a tutte le persone. La famiglia rimane, infatti, il luogo centrale per riprodurre un’identità culturale e per dare risposte ai problemi sociali, garantendo giustizia e coesione”. È quanto dichiara in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito alle parole pronunciate da Benedetto XVI a Pompei. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa alemanno famiglia

permalink | inviato da perlavita il 21/10/2008 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 agosto 2008

PAPA: A OTTOBRE BEATIFICAZIONE MARTIRE FOIBE. ALEMANNO, ATTO IMPORTANTE

Francesco Giovanni Bonifacio, sacerdote martire delle foibe, e i coniugi Louis Martin e Zelie Marie Guerin, genitori di Santa Teresa del Bambino Gesu', patrona di Francia insieme a Giovanna d'Arco, saranno beatificati a ottobre. A renderlo noto oggi l'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Papa. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha sottolineato come ''l'annuncio dato dal Santo Padre della beatificazione di don Francesco Giovanni Bonifacio e' un atto importante non solo da un punto di vista religioso ma anche storico''.

Beatificare un Martire delle Foibe, infatti, spiega il sindaco, ''sottolinea l'enorme tragedia e il gravissimo eccidio che fu perpetrato contro gli italiani giuliano-dalmati e istriani da parte delle forze comuniste di Tito. E' una tragedia che per lungo tempo e' stata misconosciuta dalla storiografia ufficiale e che solo da pochi anni e' entrata nella coscienza non solo degli Italiani ma di tutta l'umanita'. Oggi - conclude Alemannoil Pontefice ha annunciato una altro passaggio importante per la memoria di questo terribile fatto''.

7 agosto 2008

Bonaria, già cinquantamila prenotazioni per assistere alla messa di Benedetto XVI

A distanza di un mese dalla visita di Benedetto XVI per il primo centenario della proclamazione della Madonna di Bonaria a Patrona Massima della Sardegna, già 50 mila fedeli sardi hanno prenotato un pass per assistere alla messa del 7 settembre nel piazzale dei Centomila.
I primi numeri sulla visita del Pontefice sono stati forniti oggi dall'Arcivescovo di Cagliari, Mons. Giuseppe Mani, in una conferenza stampa nella quale ha illustrato gli eventi e le celebrazioni collaterali in occasione della "dieci ore" che Benedetto XVI trascorrerà a Cagliari. Oltre alla messa, 1.500 giovani si sono prenotati anche per partecipare alla veglia notturna che si terrà il giorno precedente alla Fiera, in viale Diaz.
Il capo della Diocesi cittadina ha confermato che il Papa attraverserà la folla con la Papamobile e che lo stesso tragitto verrà seguito dalla storica statua della Madonna di Bonaria datata 1370. Poco prima della benedizione finale, il Santo Padre collocherà sulla mano destra dell'antica effigie la nave d'oro con una candela accesa "segno dell'offerta della Chiesa sarda che conferma la vera fede di Gesù Cristo". Sul palco, accanto all'immagine originale della "Vergine venuta dal mare", ci sarà il "paliotto"  d'argento della Cattedrale e il crocifisso ad altezza naturale della Confraternita della Solitudine di San Giovanni. Nel frattempo, nel Seminario arcivescovile di Cagliari proseguono a ritmo serrato i lavori per l'accoglienza del Papa: quasi ultimata la passeggiata tra i pini che sarà messa a disposizione del Pontefice, il quale riposerà in una delle stanze al secondo piano dell'ala nuova dell'Arcivescovado.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa Cagliari visita in Sardegna

permalink | inviato da perlavita il 7/8/2008 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 luglio 2008

Il Papa: "I preti pedofili davanti alla giustizia"

In Australia, secondo i dati della associazione delle vittime di abusi sessuali 'Broken Rites', sono già stati condannati per violenza sui minori 107 tra preti e religiosi cattolici. E altri processi sono in corso. Alla notizia dell'arrivo di Benedetto XVI a Sydney le associazioni di abusati hanno cominciato a chiedere con insistenza che, analogamente a quanto ha fatto lo scorso aprile negli Stati Uniti - dove il fenomeno dei preti pedofili ha avuto portata molto ampia, portando la chiesa americana a una gravissima crisi di immagine e finanziaria - Papa Ratzinger chiedesse scusa per le colpe dei preti pedofili.

RICONOSCERE LA VERGOGNA.   Benedetto XVI ha scelto di pronunciarsi in una sede solenne, la bella cattedrale in pietra arenaria della capitale australiana, e parlando alla conferenza episcopale al completo. Dopo aver auspicato una "ri-dedicazione e rinnovamento dell'intera Chiesa in Australia, ha proseguito: "Desidero qui fare una pausa per riconoscere la vergogna che tutti abbiamo sentito a seguito degli abusi sessuali sui minori da parte di alcuni sacerdoti o religiosi di questa Nazione". A questo punto, integrando il testo del discorso scritto, ha aggiunto: "Davvero sono profondamente addolorato per il dolore e la sofferenza subita dalle vittime e assicuro loro che come loro pastore anche io condivido la loro sofferenza".

INCHIESTE INSABBIATE?  Nei giorni scorsi sono giunti a Sydney da Londra i genitori di due bambine ripetutamente violentate da un sacerdote di Melbourne, padre ÒDonnell, negli anni tra il 1988 e il 1993, e hanno pubblicamente chiesto che il Papa le riceva. La coppia, Anthony e Christine Foster, accusa inoltre l'arcivescovo di Sydney, George Pell, di aver insabbiato l'inchiesta contro padre ÒDonnel, riconosciuto responsabile delle violenze sulle loro due figlie, Emma e Katherina.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa preti pedofili

permalink | inviato da perlavita il 19/7/2008 alle 14:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 luglio 2008

G8: ALEMANNO, IL PAPA HA INDIVIDUATO IL VERO PROBLEMA

Roma, 7 lug - ''Il Papa ha messo il dito nella piaga spiegando quale e' il vero problema, tutti parlano della globalizzazione in termini di nuovi spazi e nuove opportunita' ma se ci ragioniamo scopriamo che chi e' cresciuto realmente e' il mondo della speculazione finanziaria e non le popolazioni povere''. A dirlo, intervistato dalla Radio Vaticana, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commentando le parole pronunciate ieri da Benedetto XVI in Piazza San Pietro all'Angelus e l'appello rivolto ai leader del G8.

''Segnali positivi di crescita civile non ce ne sono stati - ha rilevato Alemanno - ne' nei paesi sviluppati ne' in quelli in via di sviluppo. Dobbiamo stare attenti a chi si cela dietro la globalizzazione''.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma alemanno papa g8

permalink | inviato da perlavita il 7/7/2008 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

29 giugno 2008

Campidoglio, Alemanno invita il Papa

 CITTA' DEL VATICANO
Il primo incontro fra il sindaco di Roma e il Pontefice si è chiuso con un invito. Gianni Alemanno, infatti, ha chiesto ufficialmente al Papa di visitare il Campidoglio.

Insieme al primo cittadino erano presenti la moglie Isabella Rauti, e il figlio Manfredi di 13 anni. «Gli esami sono andati bene, sì? Tutto bene?», ha chiesto interessato il Papa al piccolo Alemanno che ha appena terminato gli esami di terza media. Lui ha annuito sorridendo, prima di inchinarsi per baciare la mano e l’anello al Pontefice.

L’udienza è durata in tutto circa 45 minuti, mentre - a quanto si apprende - il colloquio privato tra il Sindaco e Benedetto XVI circa 10 minuti. Al termine del faccia a faccia, anche la moglie Isabella - con indosso un elegante tailleur nero e velo in capo - ha potuto salutare il Pontefice, prima dello scambio dei doni.

Si tratta della prima udienza in Vaticano tra il primo cittadino romano e il Pontefice, che nell’occasione dell’elezione al Campidoglio rivolse al neo-sindaco gli auguri per un buon lavoro a servizio dell’intera città di Roma, nella Basilica di San Giovanni in Laterano. Intervistato da Radio Vaticana il sindaco di Roma ha detto che l’invito rappresenta «una decisione bipartisan» che coinvolge «sia maggioranza che opposizione».

Secondo Alemanno, «soltanto un cieco non si renderebbe conto dell’importanza straordinaria della presenza del Vaticano, del Santo Pontefice nella nostra città. Noi - ha ricordato - siamo una città che ha due Stati al proprio interno e che è la capitale di entrambi, ma al di là di questo abbiamo dentro di noi un messaggio che nel contempo fortemente legato a un’identità chiara e definita dai valori e che riesce a essere universale.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno papa roma

permalink | inviato da perlavita il 29/6/2008 alle 2:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

29 maggio 2008

Berlusconi dal Papa venerdì 6 giugno

CITTÀ DEL VATICANO - Il Papa riceverà il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venerdì 6 giugno. Lo ha confermato la sala stampa vaticana. La visita avverrà il giorno dopo il termine del vertice Fao sulla sicurezza alimentare a Roma. Il giorno 4 Berlusconi ha in programma un vertice italo-egiziano con il presidente dell'Egitto Hosni Mubarak.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi papa

permalink | inviato da perlavita il 29/5/2008 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 maggio 2008

Benedetto XVI: 'Si devono riscoprire le radici cristiane'

 

Il Papa lo ha detto durante l'udienza concessa al viceprimoministro della Repubblica di Bulgaria, Ivajlo Kalfin. La visita è stata fatta in occasione della festa dei santi Cirillo e Metodio, evangelizzatori d'Europa

"Riscoprire le radici cristiane - sottolinea il Papa - è importante per contribuire a costruire una società in cui siano presenti i valori spirituali e culturali che scaturiscono dal Vangelo. Tali valori e ideali - ha aggiunto papa Ratzinger – si alimentano di un'incessante unione con Dio, come dimostra l'esistenza dei santi Cirillo e Metodio, costanti tessitori di rapporti di mutua conoscenza e cordialità tra popoli diversi e tra culture e tradizioni sociali differenti".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa radici cristiane

permalink | inviato da perlavita il 24/5/2008 alle 13:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 maggio 2008

PAPA/ ALEMANNO A PRESENTAZIONE LIBRO SU BENEDETTO XVI

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha partecipato ieri sera alla presentazione di un libro su Papa Benedetto XVI che si è svolta a via della Conciliazione, in zona Vaticano, alla presenza di diversi vescovi e cardinali.

"E' molto importante che ci sia Papa Ratzinger in questo momento", ha affermato il primo cittadino di Roma nel suo breve intervento. "La Roma di oggi sta cercando la sua identità profonda. Non ci può essere integrazione senza il baricentro dell'anima della città. Papa Wojtyla ha sconfitto il Comunismo e spero che questo Pontefice sconfigga l'edonismo, la società molecolare e il consumismo", ha aggiunto Alemanno che ha voluto anche menzionare il "ricordo brutto" di quando, Walter Veltroni ancora sindaco, "il Consiglio comunale non riuscì ad esprimere la sua solidarietà a Papa Ratzinger dopo l'incidente della Sapienza".

Seduto tra il cardinale Josè Taraiva Martins, prefetto della Congregazione per la causa dei Santi, e il cardinale Andrea Cordero di Montezemolo, arciprete di San Paolo, Alemanno ha seguito con attenzione la presentazione del libro 'Benedictus. Servus servorum Dei', di Giuseppe De Carli. Sono intervenuti alla tavola rotonda anche monsignor Angelo Amato, segretario della Congregazione della dottrina della fede, e il direttore del Messaggero, Roberto Napoletano. L'evento è stato organizzato da Elea e moderato da Piero Schiavazzi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alemanno Papa libro Benedetto XVI

permalink | inviato da perlavita il 21/5/2008 alle 11:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 maggio 2008

Terremoto Cina: Papa, "Sono vicino alle vittime"

CITTA' DEL VATICANO - "Sono spiritualmente vicino alle persone provate da cosi' devastante calamita'". Papa Benedetto XVI esprime pubblicamente il suo cordoglio per le vittime del terremoto del 12 maggio in Cina. "Il mio pensiero - ha detto al termine dell'Udienza Generale - va, in questo momento, alle popolazioni del Sichuan e delle Province limitrofe in Cina, duramente colpite dal terremoto, che ha causato gravi perdite in vie umane, numerosissimi dispersi e danni incalcolabili. Vi invito ad universi a me nella fervida preghiera per tutti coloro che hanno perso la vita". (Agr)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa Cina terremoto

permalink | inviato da perlavita il 14/5/2008 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 maggio 2008

Papa: la legge sull'aborto è una ferita per l'Italia

«L'aver permesso di ricorrere all'interruzione della gravidanza, non solo non ha risolto i problemi che affliggono molte donne e non pochi nuclei familiari, ma ha aperto una ulteriore ferita nelle nostre società, già purtroppo gravate da profonde sofferenze». Lo ha detto il Papa agli esponenti del Movimento per la vita ricevuti a 30 anni dalla approvazione in Italia della legge 194 sulla interruzione di gravidanza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Aborto Papa

permalink | inviato da perlavita il 12/5/2008 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 marzo 2008

Papa: «L'uomo rimane sempre uomo»

CITTÀ DEL VATICANO - «L’uomo è sempre uomo con tutta la sua dignità anche se in stato di coma, anche se embrione». Il Papa è tornato a difendere la vita nel corso di un’omelia a braccio pronunciata nella chiesa di San Lorenzo in Piscibus dove si è recato per celebrare una messa in occasione del 25esimo anniversario del Centro internazionale giovanile San Lorenzo, voluto da Giovanni Paolo II. «L’uomo, pur essendo parte del grande biocosmo, lo trascende - ha detto Benedetto XVI -. Certo, se vive solo biologicamente, non sono sviluppate e realizzate tutte le potenzialità del suo essere. Si aprono nuove dimensioni, l’uomo è un essere che conosce. Anche gli animali conoscono, ma solo le cose interessanti per la loro vita biologica. La conoscenza dell’uomo va oltre, vuol conoscere tutto, tutta la realtà. Vuol sapere cosa è l’essere, il mondo, ha sete di conoscenza, di infinito, vuole arrivare alla fonte della vita, trovare la vita stessa, che è Dio». Prendendo spunto dal brano evangelico della risurrezione di Lazzaro, il Papa ha lasciato da parte il testo per riflettere sul «grande albero della vita» e sul significato della morte.

BERTONE - Una nota più politica arriva invece dal segretario di Stato vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone. Al rientro dal suo viaggio in Armenia e Azerbaigian, vuole verificare se «i leader dei vari schieramenti» che si presentano alle elezioni mettano in atto il «rispetto promesso ai valori cristiani» e quale ruolo stiano assumendo i candidati che si riconoscono in questi valori. Bertone lo ha detto all'Ansa a Baku, capitale dell'Azerbaigian. «Durante questi viaggi - ha osservato Bertone - devo dire che ho dimenticato l'Italia: non dovrei dirlo, perché da un certo punto di vista sarebbe quasi vergognoso, ma non ho più ricevuto nemmeno un messaggino sulla situazione e sull'agone politico italiano. E da una parte sono contento di questo. Ritornando mi tufferò di nuovo anche nei problemi italiani, e vedrò se i cattolici stanno emergendo a sinistra, al centro, a destra. E se i valori cristiani sono veramente supportati da un vero impegno».

ALESSIO II - Parlando poi del possibile incontro tra Benedetto XVI e Alessio II, patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Bertone ha detto che il momento «si va avvicinando» e che ci sono «segni positivi sia dal Patriarcato di Mosca stesso, sia dai rappresentanti del Patriarcato, dai vescovi e dai metropoliti». Bertone ha sottolineato che le «difficoltà» che ancora esistono nei rapporti tra la Chiesa cattolica e il mondo ortodosso russo «vanno diradandosi concretamente». Il segretario di Stato vaticano a Baku ha visitato la cattedrale russo-ortodossa che fa capo proprio al Patriarcato di Mosca e ha avuto un cordiale incontro con il vescovo Aleksander.

PREGHIERA EBREI - Bertone ha fatto poi cenno alla questione della controversa preghiera per gli ebrei nel Venerdì Santo, specificando che riguarda solo «una parte ben precisa del mondo cattolico», e che comunque «preghiere che potrebbero o dovrebbero essere modificate» esistono «da ambo le parti». Quindi ha sollecitato, da parte degli ebrei, un atteggiamento di «reciprocità». Bertone ha visitato la sinagoga e ha incontrato il capo della comunità degli Ebrei della Montagna e ha confermato che «si sta preparando la visita di esponenti del mondo ebraico a Roma».


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa uomo

permalink | inviato da perlavita il 9/3/2008 alle 23:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 gennaio 2008

PAPA DAY:ALEMANNO,OFFENSIVO ESPELLERE CATTOLICI DA DIBATTITO

ROMA, 20 GEN - 'La religione cattolica e' parte integrante dell'identita' nazionale italiana e chi cerca di espellerla dal dibattito commette una profonda offesa nei confronti dei cattolici e di tutti i cittadini italiani'. Ne e' convinto il deputato di Alleanza Nazionale Gianni Alemanno.
Arrivando in piazza San Pietro per partecipare con una delegazione di An all'Angelus del Papa, l'ex ministro precisa che Alleanza nazionale 'e' qui senza bandiere e senza simboli per testimoniare una solidarieta' profonda al Santo Padre per quanto e' accaduto a La Sapienza'. (ANSA).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa Angeus Alemanno An

permalink | inviato da perlavita il 20/1/2008 alle 11:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 gennaio 2008

SAPIENZA. AN: ALL'ANGELUS SENZA INSEGNE DI PARTITO

Roma, 17 gen. - Il discorso del Pontefice, "che avrebbe dovuto tenere tenere oggi a La Sapienza, costituisce per noi un ulteriore incoraggiamento per ribadirgli la nostra solidarieta' e rinnovare l'appello a tutti gli italiani a recarsi numerosi domenica in Piazza San Pietro per assistere all'Angelus, senza alcuna insegna di partito". Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati di Alleanza Nazionale Andrea Ronchi, Ignazio La Russa, Maurizio Gasparri e Gianni Alemanno. Domenica, si legge nella nota, "dobbiamo gridare forte il nostro 'no' contro le inaudite e vergognose campagne di intolleranza promosse da alcuni docenti e studenti e ribadire, invece, il rispetto delle idee e del confronto tra fede e ragione come ha detto oggi il Papa".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alemanno angelus Papa Sapienza

permalink | inviato da perlavita il 17/1/2008 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

15 gennaio 2008

PAPA/ STORACE: ANNULLAMENTO VISITA E' UNO SCANDALO INAUDITO

Roma, 15 gen. (APCom) - "E` uno scandalo inaudito. Hanno vinto i teppisti e i loro cattivi maestri. Guarini si dimetta". E` quanto dichiara in una nota il segretario nazionale de La Destra, Francesco Storace, commentando la rinuncia di Papa Benedetto XVI alla visita a La Sapienza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa la sapienza

permalink | inviato da perlavita il 15/1/2008 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 dicembre 2007

L'arma della speranza contro l'ateismo

Tratto da L'Unione Sarda

Il Pontefice ha firmato ieri la sua seconda enciclica, la “Spe Salvi”, 76 pagine di riflessioni e ammonimenti.
ROMA Papa Benedetto XVI, nella sua nuova enciclica «Spe Salvi» (Nella speranza siamo stati salvati), esorta il cristianesimo moderno a tornare a parlare di speranza, in un mondo dove tante ideologie, dall'illuminismo al marxismo, hanno fallito nei tentativi di costruire una nuova giustizia umana, lasciandosi dietro solo macerie; dove l'ateismo ha creato le peggiori «crudeltà e ingiustizie» e dove la scienza e il progresso senza Dio rischiano di distruggere l'umanità e di portarla fino agli «abissi» del male.
La seconda enciclica di Ratzinger, 77 pagine (nella versione italiana) di raffinata e appassionata teologia, ammonisce sui vecchi e nuovi orrori che l'autosufficienza del pensiero scientifico, del progresso e, più in generale, della ragione umana e politica svincolate dalla fede, possono produrre.
Benedetto XVI mostra un totale pessimismo sulle possibilità di una giustizia terrena. Anzi, lega proprio il motivo della speranza cristiana a quella che per lui è l'unica giustizia possibile, quella divina. «È impossibile infatti che l'ingiustizia della storia sia l'ultima parola». Il «cielo non è vuoto», ammonisce, e ci sarà il giudizio di Dio, che non sarà un colpo di spugna: «la giustizia è l'argomento essenziale in favore della vita eterna». L'enciclica è stata firmata ieri da Ratzinger: l'immagine ufficiale lo ritrae seduto alla scrivania della sua Biblioteca privata e affiancato da mons.Fernando Filoni, sostituto alla Segretaria di Stato ed ex nunzio a Baghdad. La scelta della data non è casuale: inizio dell'Avvento, periodo della speranza, e allo stesso tempo festa di sant'Andrea, fratello maggiore di Pietro, vescovo in Asia Minore, patrono di tanti Paesi ortodossi.
L'enciclica, frutto di mesi di lavoro e della riflessione personalissima del papa-teologo, è intrisa di sant'Agostino, si fonda sulle più importanti lettere paoline (dai Romani agli Ebrei), si muove nella filosofia da Bacone alla scuola di Francoforte. Parla sopratutto del pensiero europeo e delle sue radici giudaico-cristiane, ma cita, come esempi cristiani di speranza, tre non europei: la schiava africana Giuseppina Bakhita, santificata da papa Wojtyla, il defunto cardinale vietnamita Van Thuan, per 13 anni imprigionato nelle carceri del suo Paese, e un altro martire vietnamita, Paolo Le Bhao Thin, torturato a morte nel diciannovesimo secolo.
IDEOLOGIE FALLITE «Spe Salvi» è un testo complesso, che offre molteplici spunti di riflessione. Il Papa rilancia la speranza contro il vuoto di senso del mondo contemporaneo e contro lo strapotere dell'ideologia e della politica. È «la speranza», «questa nuova libertà», che permette a tanti cristiani di opporsi «allo strapotere dell'ideologia e di suoi organi politici». È la virtù che Gesù ha portato all'umanità per affrontare un difficile presente. Cristo, avverte Ratzinger, non era «un rivoluzionario per una liberazione politica». Nel testo, il Pontefice contesta tutte quelle ideologie che pretendono di portare giustizia tra gli uomini senza Dio. «Un mondo che si fa giustizia da solo è un mondo senza speranza», afferma. «L'ateismo del XIX e XX secolo - spiega Ratzinger - è, secondo le sue radici e la sua finalità, un moralismo: una protesta contro le ingiustizie del mondo e della storia universale». Se di fronte alla sofferenza di questo mondo - aggiunge - la protesta contro Dio è comprensibile, la pretesa che l'umanità possa e debba fare ciò che nessun Dio fa ed è in grado di fare, è presuntuosa e intrinsecamente non vera». Ratzinger punta il dito contro le rivoluzioni comuniste, pur riconoscendo a Marx «grande capacità analitica» e «acutezza». «Il suo errore - analizza Benedetto XVI - è stato non prevedere il dopo». Così «la rivoluzione proletaria ha lasciato dietro di sé una distruzione desolante».
LA SCIENZA Se le ideologie hanno sfigurato il passato, oggi sono la scienza e il «progresso» senza Dio a mettere a rischio l'umanità: citando Theodor Adorno, col progresso - ammonisce Benedetto XVI - si arriva «dalla fionda alla megabomba» aprendo «possibilità abissali di male».
CRISTIANESIMO E in questa parte dell'enciclica che Benedetto XVI chiede alle società contemporanee di fare autocritica. Esorta anche il cristianesimo moderno ad un «mea culpa» perché si è mostrato inadeguato, di fronte ai progressi della scienza, ad offrire al mondo il senso vero della speranza cristiana.
GIUDIZIO FINALE Suggestiva, infine, la parte in cui il Papa parla del giudizio finale, dell'Inferno e del Purgatorio. «La grazia non esclude la giustizia. Non cambia il torto in diritto. Non è una spugna che cancella tutto». L'incontro con Dio brucerà la «sporcizia» di un'anima, ma «la durata di questo bruciare non la possiamo calcolare con le misure cronometriche di questo mondo».


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa ateismo marxismo

permalink | inviato da perlavita il 1/12/2007 alle 10:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 settembre 2007

PAPA: ALEMANNO, FORTE RICHIAMO A PRIORITA’ VALORI SU ECONOMIA

“Nel messaggio di  Papa Ratzinger ha ribadito con forza la priorita’ dei valori della persona umana rispetto ai modelli economici e ai loro determinismi”. E’ quanto dichiara il deputato di An, Gianni Alemanno. “Va quindi respinto con forza - prosegue Alemanno - il tentativo di trasformare gli strumenti economici, come il mercato, in valori e principi intangibili. Gli strumenti economici debbono essere modellati sulle finalita’ umane e sociali e non devono essere un valore in se, ma devono servire all’affermazione della dignita’ della persona. Dal messaggio del Papa emerge con forza il legame profondo che c’e’ tra i valori spirituali e morali e l’affermazione di un’autentica giustizia sociale, legame che nessuna tecnocrazia e nessun pensiero unico mercatista potra’ cancellare”.(AGI)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno economia Papa

permalink | inviato da perlavita il 24/9/2007 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile