.
Annunci online

 
perlavita 
Comitato MILITANTI PER LA VITA - CAGLIARI
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Simone Spiga
Destra Sociale
Fronte Identitario Sardegna
Bruno Murgia
Ignazio Artizzu
Matteo Sanna
Fare Verde Cagliari
Enzo Cumpostu
Daniele Maoddi
Area -la rivista
Area - Ass.Cult
  cerca

























Coordinamento promosso dai 
 
di Cagliari

Referente
Simone Spiga


Sostieni il Comitato
militantiperlavita@yahoo.it

 

 

 

Referendum per luccisione di embrioni umani












 


 

Diario | Documento Pubblicato da Azione Giovani | testo della Legge 40 | Referendum sulla Fecondazione Medicalmente Assistita |
 
Diario
1visite.

21 gennaio 2009

Alemanno tra Papa, Roma e famiglia

Campidoglio, fascia tricolore e un posto in paradiso. Da Trinità dei Monti alla Trinità e basta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno stringe nuovi patti con il suo corrispettivo Vaticano. E con il Suo Superiore. Già, perché in questi giorni la sua potrebbe essere definita la Sacra Romana Amministrazione. Prima l’annuncio che il 9 marzo Papa Benedetto XVI interverrà ad una seduta straordinaria del consiglio comunale ad undici anni dalla visita di Giovanni Paolo II; poi, la nascita di un nuovo gruppo civico. Nessun apparente legame tra i due fatti, se non fosse che il gruppo consiliare (in cui confluiscono un esponente dell’Idv e uno del Pdl) si chiama «Amore per Roma» e si rifà a tre valori cardine: «Dio, Patria e Famiglia». Insomma, sul Campidoglio sventolano valori cattolici. Perché Roma è città eterna e bisogna guadagnarsi l’Aldilà.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alemanno Papa famiglia

permalink | inviato da perlavita il 21/1/2009 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 ottobre 2008

FAMIGLIA, ALEMANNO: “LUOGO CENTRALE PER IDENTITÀ CULTURALE”

 “È significativo che il Santo Padre, in questo momento di grande difficoltà economica internazionale, richiami l’Italia a tutelare la famiglia e le proprie radici.  L’identità della nostra comunità nazionale e i suoi valori fondanti sono le basi per trovare la forza per superare qualsiasi ostacolo e ridare speranza a tutte le persone. La famiglia rimane, infatti, il luogo centrale per riprodurre un’identità culturale e per dare risposte ai problemi sociali, garantendo giustizia e coesione”. È quanto dichiara in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito alle parole pronunciate da Benedetto XVI a Pompei. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa alemanno famiglia

permalink | inviato da perlavita il 21/10/2008 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 marzo 2008

Family day: «Per un fisco a misura di famiglie»

 «Per un fisco a misura di famiglia». E' lo slogan comparso ieri in circa 1420 piazze italiane e promosso dal Forum delle associazioni familiari che puntano a raccogliere due milioni di adesioni a sostegno di una petizione da presentare il 15 maggio al presidente Giorgio Napolitano e sottoporre al nuovo governo. Un'iniziativa che capita in piena campagna elettorale per il voto del 13-14 aprile, ma che si presenta come proposta trasversale a tutti i partiti politici.

«Non sappiamo - ha spiegato Giovanni Giacobbe, presidente del Forum - quale sarà il prossimo governo. Ma qualunque sia non potrà ignorare questo nuovo segnale che arriva dalle famiglie italiane. Ci aspettiamo che si presti attenzione ai problemi della famiglia e soprattutto che vengano mantenute le promesse contenute nei programmi. Almeno un inizio - conclude - che segni la svolta nelle politiche per la famiglia».

Concretamente il Forum chiede: una nuova politica fiscale che preveda che chi ha figli da mantenere non debba pagare le stesse tasse di chi non ne ha; un sistema di deduzioni dal reddito pari al reale costo di mantenimento di ogni soggetto a carico; per gli incapienti, che non godrebbero delle deduzioni a causa di redditi troppo bassi, un'integrazione al reddito pari alla deduzione non goduta. Tutte misure che vanno nella direzione di quel "quoziente familiar" che è stato cavallo di battaglia del primo Family Day del 12 maggio scorso, quando a Roma, in piazza San Giovanni, più di un milione di persone chiese alla politica più attenzione per la famiglia.

E oggi nelle tante piazze italiane coinvolte - prime fra tutte Roma, Milano, Napoli, Verona, Parma ed Assisi - si sono anche formate code, riferisce il Forum, ai banchetti allestiti, tra palloncini bianchi, per la raccolta delle firme: altre migliaia che si sono aggiunte alle 300 mila già raccolte per la petizione, la cui sottoscrizione è aperta fino al 15 aprile. Fra i politici sostegno da Fini, Alemanno e Gasparri per An dalla candidata premier de La Destra Daniela Santanchè, dai teodem del Pd Paola Binetti ed Enzo Carra, da Casini e Cesa dell'Udc, da Ferrara fondatore della lista Pro Life, da Eugenia Roccella e Andrea Sarubbi, candidati rispettivamente dal Pdl e il Pd.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. famiglia quoziente tasse

permalink | inviato da perlavita il 3/3/2008 alle 11:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 dicembre 2007

UNIONI CIVILI: PEZZOTTA, NO A EQUIPARAZIONI CON MATRIMONIO =

Roma, 19 dic - 'Non facciamo delle equiparazioni, ma delle distinzioni: non e' uguale un matrimonio tra maschio e femmina e una convivenza tra omosessuali'. E' quanto ha affermato Savino Pezzotta, gia' portavoce del Family-Day, questa mattina durante il dibattito sulle Unioni Civili a 'Omnibus', su LA7. 'Non credo sia utile per questo Paese che, come dice il Censis, e' una poltiglia - ha ricordato Pezzotta - distruggere le istituzioni che creano relazioni'.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pezzotta famiglia

permalink | inviato da perlavita il 19/12/2007 alle 11:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 dicembre 2007

FAMIGLIA: SALTAMARTINI (AN), IN CRISI PER POLITICA ZAPATERISTA DELLA SINISTRA =

Roma, 17 dic. (Adnkronos) - 'Se oggi la famiglia e' in crisi ed e' piu' fragile la causa e' della politica zapaterista della sinistra, piu' preoccupata di riconoscere altre forme di unione che non a sostenere concretamente le esigenze delle famiglie italiane. Mi chiedo perche' esista un ministero ad hoc per la Famiglia se poi non si mette in campo nessuna politica per aiutare questa istituzione ma ci si limiti a fare sterile ed inutile retorica'. Lo afferma Barbara Saltamartini, coordinatrice nazionale del dipartimento Pari Opportunita' di An e membro dell'esecutivo di Partito, rispondendo alle parole del Ministro Bindi in merito alle criticita' che affliggono oggi l'istituzione della famiglia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Saltamartini famiglia An

permalink | inviato da perlavita il 17/12/2007 alle 16:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 dicembre 2007

Sanna – Artizzu – Moro (An Sardegna): An contro le politiche del Governo Prodi e del Ministro Pollastrini in materia di famiglia

La visita di oggi a Cagliari del Ministro Pollastrini è l’occasione per rilanciare a livello regionale il tema della difesa della famiglia contro le politiche che il Centro Sinistra porta avanti per sostenere la “famiglia fai da te”.

“Alleanza Nazionale sarà sempre dalla parte della famiglia tradizionale, basata sul matrimonio e per questo preannunciamo una forte mobilitazione”, affermano nella nota Matteo Sanna, Ignazio Artizzu e Nanni Moro, Consiglieri Regionale di An.

“Invece di sostenere la famiglia utilizzando le risorse dell’extragettito, il Governo Prodi si è reso promotore dell’iniziativa legislativa dei c.d. “dico”, una cambiale ideologica che è tale perché larghissima parte dei c.d. “diritti individuali” dei componenti di una convivenza trovano già ampia tutela nell’ordinamento”…”L’ultima cosa di cui ha bisogno l’Italia è una ulteriore penalizzazione della famiglia, che verrebbe fuori dalla individuazione di un modello alternativo, una sorta di “famiglia fai da te”, i cui componenti si ritagliano diritti e doveri come meglio credono”, prosegue la nota dei tre esponenti di An.

“Ciò avverrebbe, in particolare, se fosse approvata l’ultima versione che ha sintetizzato i vari disegni di legge oggi in discussione: quella che individua i cus - contratti di unione solidale”…”per Alleanza Nazionale è invece necessario promuovere un rilancio dell’istituto familiare, parallelo al rilancio di una politica demografica, che faccia invertire il trend che vede sempre più la nostra Nazione popolata da anziani e da figli unici, per questi motivi la visita di oggi del Ministro Pollastrini rappresenta l’occasione utile per rilanciare questo importante tema”, concludono Matteo Sanna, Ignazio Artizzu e Nanni Moro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. An Pollastrini Famiglia Cus

permalink | inviato da perlavita il 14/12/2007 alle 10:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 ottobre 2007

LAVORO. SALTAMARTINI (AN): SERVE UN WELFARE 'FAMILY FRIENDLY'

 Roma, 23 ott. - "Mi domando come si possa giudicare 'una strana e incomprensibile anomalia' il distacco dell'Italia dal resto d'Europa in materia di occupazione femminile quando, nel nostro Paese, manca tutta quella rete di sostegno alle donne lavoratrici di cui invece godono molti degli stati dell'Ue".
Barbara Saltamartini, coordinatrice nazionale del dipartimento Pari Opportunita' di Alleanza nazionale, commenta cosi' le dichiarazioni rilasciate dal premier Romano Prodi durante la presentazione, a Palazzo Chigi, della nota aggiuntiva al Piano nazionale di Riforma, "Donne, Innovazione, Crescita: iniziative per l'occupazione e la qualita' del lavoro femminile nel quadro degli obiettivi europei di Lisbona". Per l'esponente di An, "e' evidente che i ministri Pollastrini e Bonino non hanno ben illustrato a Prodi, al di la' dei numeri e dati, il dramma umano che vivono molte donne italiane, divise tra impegni familiari ed esigenze lavorative e prive di un reale sistema di sostegno sociale".
"Dopo un anno e mezzo di governo- dichiara poi Saltamartini- questa maggioranza fa ancora fatica a prendere consapevolezza della grave questione lavorativa femminile. Una cecita' propria di un governo che continua a sottovalutare il potenziale economico e sociale del lavoro femminile e che non investe nella famiglia, nella natalita' e quindi nel futuro della nazione".
"Oggi e' piu' che mai necessario procedere alla riforma del welfare in una direttiva family friendly- prosegue- ovvero attenta alle problematiche di quelle donne lavoratrici e non che hanno sulle loro spalle l'onere di cura della famiglia, con particolare riguardo per quelle con bambini da 0 a 16 anni.
Quando tutto questo sara' raggiunto- conclude Saltamartini- si potra' parlare allora anche di equiparazione dell'eta' pensionabile, ma come conseguenza e non come premessa, come vuole invece la Bonino, per un raggiungimento delle pari opportunita'".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Saltamartini An Famiglia

permalink | inviato da perlavita il 23/10/2007 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 giugno 2007

TODINI: COMUNE DI SASSARI, ORDINE DEL GIORNO SULLA FAMIGLIA - IL CENTROSINISTRA NON HA LA MAGGIORANZA SUI VALORI FONDAMENTALI

Il Circolo di AN di Sassari, per voce del Presidente Luigi Todini, esprime il proprio sostegno all’ordine del giorno presentato dal consigliere Carta in merito alla mozione sulla famiglia.
L’esito della votazione dopo sette ore di discussione, ha palesato la mancata condivisione nel centrosinistra, delle tematiche e dei valori fondamentali.
“Da laico – aggiunge Todini – non riesco a concepire una famiglia che non sia eterosessuale”. “E per famiglia intendo quella sancita dalla Costituzione e dal Codice civile”.
“Non è concepibile – prosegue Todini - che la parte moderata della maggioranza, per puro attaccamento alla poltrona, si sottometta all’egemonia della sinistra radicale, rinunciando ai propri valori”.
“Bene hanno fatto gli scissionisti ex Udeur a non cedere al ricatto della sinistra estrema, votando con l’opposizione”.
“Dalla votazione è chiaramente emerso che nella maggioranza mancano la progettualità e la condivisione dei valori fondamentali, ma non l’appetito e la voglia di potere”.

sfoglia
dicembre        febbraio